Debutta il 28 e 29 aprile con le gare Ranking la stagione mondiale della canoa slalom a Ivrea. Il clou con i Mondiali Juniores e Under 23 dal 17 al 22 luglio.

Debutta il 28 e 29 aprile con le gare Ranking la stagione mondiale della canoa slalom a Ivrea. Il clou con i Mondiali Juniores e Under 23 dal 17 al 22 luglio.

Inizia il 28 e 29 aprile con la gara ICF Canoe Slalom Ranking la grande stagione internazionale della canoa slalom a Ivrea, che avrà nei Mondiali Juniores e Under 23, in programma dal 17 al 22 luglio, il suo culmine agonistico e sportivo. 
 
I due importanti appuntamenti e i futuri programmi della Canoa Slalom, che nel 2022 vedrà Ivrea per la seconda volta sede delle gare Mondiali Juniores e Under 23, sono stati presentati questa mattina in una conferenza stampa presso il Comune di Ivrea. 
 
Alla conferenza sono intervenuti Luciano Buonfiglio, Presidente della Federazione Italiana Canoa Kayak (FICK); Carlo della Pepa, Sindaco della Città di Ivrea; Claudio Roviera, Consigliere federale FICK e Presidente dell’Associazione Proteina, Hosting Organizing Committee; Ettore Ivaldi e Daniele Molmenti, direttori tecnici della squadra nazionale italiana.  
 
“Dobbiamo essere davvero orgogliosi dell’importanza e della fiducia che l’intero mondo canoistico internazionale ci riconosce in materia di organizzazione eventi” ha sottolineato il Presidente Luciano Buonfiglio. “Ivrea è un campo naturale di straordinaria unicità, che ha saputo valorizzare l’intero movimento e che ogni anno viene scelto quale campo d’allenamento non solo per i club italiani ma anche per numerose squadre straniere. Questo successo, che porta prestigio e accresce sempre più la reputazione del know how italiano in materia di organizzazione eventi, è merito della passione e della competenza di tante persone - a cominciare dall’Ivrea Canoa Club - e del sostegno imprescindibile delle istituzioni locali.” 
 
E’ intervenuto il Sindaco della Città di Ivrea, Carlo Della Pepa “La canoa è uno sport outdoor, silenzioso e rispettoso, in cui la nostra città si riconosce e che appassiona tanti giovani del nostro territorio; gli eventi internazionali che Ivrea ha ospitato sono diventati anche un’occasione preziosa di promozione culturale e turistica per il nostro territorio. Il lavoro di concerto portato avanti in questi anni per lo Stadio della Canoa, dalla Città di Ivrea e dalla Regione Piemonte ha contribuito, inoltre, allo sviluppo del Centro Federale Nazionale e arricchito la nostra Città della presenza di numerosi giovani atleti che si sono trasferiti o vi sostano per allenarsi. È quindi molto importante che gli sforzi e l’investimento del Comune e della Regione proseguano con il coinvolgimento anche della Città Metropolitana di Torino. Un grazie a chi si impegna, a tutti i livelli, per questi eventi e per questo sport.”   
 
Saranno 157 gli atleti coinvolti nelle gare dell’ICF World Ranking Slalom di sabato 28 e domenica 29 aprile, suddivisi nelle sei categorie K1 men, K1 women, C1 men, C1 women, C2 men e C2X, ai quali saranno assegnati punteggi validi nella graduatoria (ranking) mondiale. Le nazioni rappresentate sono Belgio, Croazia, Repubblica Ceca, Italia, Kazakistan, Polonia, Slovacchia, Svezia, Svizzera, Turchia e USA. Molto numerosa la squadra italiana, con 59 atleti in gara. 
 
Negli stessi giorni di aprile è previsto allo Stadio della Canoa lo svolgimento del Campionato Italiano Under 23, nonché di due gare di selezione per la definizione della squadra che prenderà parte ai Mondiali di luglio. 
 
 
“Tutti gli atleti sono molto concentrati e determinati nella preparazione delle due gare di selezione che saranno determinanti per la composizione della squadra nazionale in vista dei Mondiali di luglio. Giochiamo in casa e speriamo che gli atleti riescano a sfruttare al meglio questo vantaggio! Mi auguro di poter portare ai Mondiali la squadra completa, cioè 24 atleti, l’elenco completo sarà pronto a metà giugno” ha dichiarato il direttore tecnico Daniele Molmenti. 
 
“Dopo l’importante esperienza dei due anni passati, con l’organizzazione di due tappe della Coppa del Mondo, e grazie alla rete del nostro personale tecnico e dei volontari, siamo più che pronti ad affrontare l’organizzazione di questa e delle prossime importanti stagioni agonistiche”, ha detto Claudio Roviera, presidente dell’Associazione Proteina. “Con i lavori di ampliamento e consolidamento della sponda sinistra del canale portati a termine all’inizio di quest’anno, lo Stadio della Canoa di Ivrea, che con una difficoltà di 4° grado su una scala di 6 si posiziona tra i 10 canali migliori al mondo, è arrivato a soddisfare pienamente gli standard internazionali imposti dall’ICF per l’organizzazione di gare di livello top”. Il recente restyling dello Stadio della Canoa, attuato attraverso un accordo di programma tra la Regione Piemonte e il Comune di Ivrea, che hanno direttamente investito, rispettivamente, 110 mila e 280 mila Euro, ha portato alla consolidamento e allargamento della sponda sinistra del canale di gara per una lunghezza di circa 150 metri. In questo modo si è ottenuto un camminamento e spazi sufficienti per accogliere atleti, tecnici, giudici e personale del salvamento durante lo svolgimento delle gare, facilitando così gli spostamenti dei canoisti e degli addetti ai lavori in massima sicurezza. A completamento di questo lotto di interventi nei prossimi mesi sarà realizzata una paratia di controllo della portata d’acqua nel canale.  
 
L’ultimo tassello, auspicato dal Club eporediese e dagli organizzatori, sarà quello di aumentare la visibilità per il pubblico attraverso il rifacimento della parte terminale della sponda destra del canale. L’obiettivo è quello di realizzare una discesa a gradoni che dalla sommità della scogliera giunga fino al livello del fiume, creando così una tribuna naturalmente affacciata sul canale.  
 
“Si tratta di un investimento davvero importante perché solo a quel punto Ivrea e il Piemonte potranno ospitare l’evento principale della canoa slalom, il Campionato del Mondo Assoluto. Questo territorio, insieme alla FICK e a tutto il mondo della canoa, ha dimostrato di voler portare avanti l’impegno profuso in questo progetto, che ha già portato a grandi risultati sportivi e a notevoli ricadute sul territorio. L’augurio è quindi che le Istituzioni continuino a sostenerlo, facendo da traino per garantire la necessaria copertura finanziaria.” commenta Luciano Buonfiglio a conclusione dei lavori. 
 
 
Nel 2017 lo Stadio della Canoa eporediese è diventato sede del Centro Federale di Canoa Slalom, presso il quale è in collegiale permanente la squadra nazionale italiana. Questo ulteriore riconoscimento ha di fatto decretato Ivrea quale città simbolo della Canoa Slalom italiana. A Ivrea si sono trasferiti non solo gli atleti e i tecnici della nazionale, ma numerosi giovani canoisti i quali, grazie al Progetto Scuole, hanno la possibilità di alternare la frequenza scolastica con periodi di allenamento presso l’Impianto Sportivo Fluviale di Ivrea. 
 
 

Ivrea ready to make world's best young paddlers feel at home

Ivrea ready to make world's best young paddlers feel at home

Ivrea, famous as an Italian city where once a year people can legally throw oranges at each other, will this year host another major battle where no fruit will be thrown, but it will be much easier to determine a winner – the 2018 ICF U23 and Junior Canoe Slalom World Championships.

Ask any canoe slalom athlete what they consider to be the most beautiful venues in the world, and the stunning Ivrea course in northern Italy is always prominent.

After two years on the ICF World Cup circuit, including a drama-packed Olympic selection event in 2016, this year Ivrea will be front and centre when it hosts the under age World Championships.

For local organisers, it will be much more than an opportunity to host the most exciting young athletes in the world. It will also be a chance to showcase their city and their region.

It’s a cliché to say a venue is on a city’s ‘doorstep’. But in Ivrea, the venue runs through the front door, up the main passage and then into the dining room.

So the pictures beamed from this year’s World Championships will show this Italian city in all its glory.

“Canavese, the north-west part of the Piemonte Region, of which Ivrea is the most important city, is a beautiful territory from a naturalistic point of view, but it is not so well- known by tourists,” Claudio Roviera, President of the organising committee, said.

“Organising an  international canoe event, and particularly the World Championship, could be a special occasion to make our territory known to a lot of people, and to generate and increase economic development.

“The various renewal and modernisation interventions made on the course during the last few years and the organisation of big canoe events made that the city can now host a lot of national and foreign athletes, all year round, increasing the number of visitors for the whole territory.”

LOCAL SUPPORT

But what about the locals, I hear you say.. Will they be happy with all this attention? Judging by the enthusiasm in which this small but passionate community has embraced canoe slalom so far, it’s unlikely there will be a problem.

“Fortunately, we have established a very good relationship with Ivrea‘s community,” Roviera said.

“Canoeing is now part of the city’s life, people are used to and happy seeing handsome kayakers walking downtown, and they have become more and more familiar with them. They know their names, they follow their progress and keep informed about their results during the season.

“Most of the citizens look forward to the yearly international canoe event. By the beginning of spring, the “Eporediesi” (that’s the name of Ivrea’s inhabitants) gather on the banks of the canoe slalom course or stop on the city bridges on Dora Baltea River to watch the kayakers while they train.

“Walking along “Lungo Dora” (the stretch of river), it is, in fact, impossible not to be charmed by a canoe sliding silently on the river or by colorful groups of children familiarising themselves with paddles and this beautiful sport. Ivrea is very proud to host and meet foreign athletes. With some of them, they have already established some beautiful friendships.”

The key now is to convince the locals to go further than the bonds of friendship. Roviera believes this is a key to the potential success of the 2018 U23 and Junior World Championships – bringing the locals along for the ride.

“We are trying to involve the whole Piemonte Region in our organising project,” he said.

“We strongly believe that unity is strength, so we would like every expertise and every peculiarity of our territory be an integral part of our event and efficiently represented in it.

‘This goal is challenging because it means being able to explain and convince everybody why they should be and feel part of the Ivrea World Championship, and the reason why sharing the project could be an opportunity for everyone.”

VOLUNTEERS

It goes further than just winning the support of the locals. Roviera and his team want the community to be part of the action, to have ownership of the event.

“We need a lot of volunteers, a lot more than the previous years, because the racing period is longer and harder,” he said.

“For this reason now, with the help of local newspapers, we are engaged in a volunteers recruiting campaign. We hope that Ivrea’s community and the broader Italian canoe movement will respond with enthusiasm to our call.”

In recent years Ivrea has established itself as a base for the Italian slalom community. Word has spread quickly, and many of Italy’s top athletes now base themselves in the town.

And there are now international paddlers who are using Ivrea as a training base. Roviera wants to see more, and a lot is riding on the success of this year’s World Championships.

Of course, running a World Championships doesn’t come cheap. Roviera makes an obvious point – the more money you have to spend, the better the show.

“We are involved in the most difficult challenge of all: raising money!” he said.

“We already have the support of the City of Ivrea. We are confident in receiving financial support from the Piemonte Region too, and we’ve got confirmation of some private sponsors, but that’s not enough.

“Organising a World Championship means spending a lot of money, and the more money you have, the greater the event you can offer to the athletes and spectators. Having great ideas is not the real problem, it is being able to finance it.”

zeno ivaldi ita 2017 icf canoe slalom world cup 4 ivrea 004 0

LEGACY

Hosting an U23 and Junior World Championship carries extra responsibilities that you don’t necessarily find with a senior world titles.

The athletes involved are the future of the sport, and their experience at a World Championships could go a long way towards shaping their future in the sport.

Roviera's team is not taking that responsibility lightly.

“Our main goal is to make all the athletes, officials and spectators feel at home,” Roviera said.

“All the efforts of our organisation are focused on this objective, particularly on the athletes’ psycho-physical wellbeing. Kayakers will spend around two weeks in Ivrea, and for most of them the World Championship will be an experience that they will treasure in their hearts and minds forever, because it will be one of the first big international races they will participate in, and for many of them, probably the biggest ever.

“That’s why we want their memories of the Ivrea World Championship to be great.”

The 2018 ICF U23 and Junior Canoe Slalom World Championships will be held in Ivrea, Italy, from July 17 to 22.

ivrea italy 2017 icf canoe slalom world cup 4 ivrea 006 0